Hai bisogno di ulteriore aiuto?

Visita la sezione Supporto

Pagina Guide Moto

Assicurazione moto sospendibile, come funziona davvero

Ecco in quale modo puoi congelare e riattivare la polizza moto.

Assicurazione moto sospendibile: di cosa si tratta?

Moto e scooter sono veicoli ideali per muoversi agilmente nel traffico cittadino e per escursioni on the road nella bella stagione, ma cosa fare quando arrivano il freddo e la pioggia nelle lunghe giornate invernali? Le occasioni di svago fuori porta diminuiscono, anche se il premio assicurativo continua a ‘correre’. Per tale ragione alcune compagnie assicurative propongono l’assicurazione moto sospendibile.

Si tratta di una formula specifica che annulla l’RC Moto per un determinato lasso di tempo. Se la compagnia ammette la sospensione, dovrai informarti sul massimo numero di sospensioni (e riattivazioni) della polizza consentite, nonché sul periodo minimo e massimo di annullamento temporaneo della polizza, trascorso il quale la compagnia può procedere alla risoluzione ed estinguere il contratto.

Calcola un preventivo ora

Con Telepass Assicura puoi calcolare un preventivo gratuito e conoscere immediatamente il premio della polizza su misura per te. Ti basta inserire la targa.

Cosa fare se sospendi la polizza moto (obblighi e condizioni)

Se la tua assicurazione moto è sospendibile e intendi procedere dovrai rispettare alcune condizioni e assolvere a determinati obblighi, quali:

  • Essere in pari con i pagamenti: le compagnie assicuratrici hanno la facoltà di non riattivare la polizza se la situazione amministrativa e contabile non è regolare;
  • Rispettare i limiti temporali: alcune imprese di assicurazione consentono la sospensione a patto che avvenga entro un esatto arco di tempo che spazia, generalmente, da almeno un mese dopo la sottoscrizione del contratto e non oltre i 30 giorni prima della scadenza del medesimo. In caso di vendita, permuta, demolizione o esportazione del veicolo la sospensione della polizza moto è possibile a prescindere dall’intervallo di tempo previsto;
  • Non usare la moto: nel periodo di sospensione le garanzie assicurative non sono valide; pertanto, la moto o lo scooter, per legge, non possono circolare su strada e devono essere parcheggiati in un’area privata.
Come verifico la scadenza dell’assicurazione auto?

In sintesi, la sospensione dell’assicurazione moto o scooter è l’annullamento della copertura per un determinato periodo di tempo. Tale formula può essere applicata, dalle compagnie che la consentono, per un massimo di volte durante la durata del contratto assicurativo annuale. Quando sospendi la polizza non puoi mai usare la moto, né lasciarla in strada pubblica, perché non è assicurata.

Assicurazione sospendibile e temporanea: qual è la differenza?

L’assicurazione moto sospendibile non va confusa con l’assicurazione temporanea. La sospensione ‘congelala copertura annuale RC Moto per un lasso di tempo preciso, mediamente da un minimo di 30 giorni a un massimo di 12 mesi, e dà modo di riattivarla successivamente. La polizza moto temporanea è una copertura temporanea che ha una validità prestabilita, ovvero una durata limitata nel tempo.

Ciò che accomuna le due formule assicurative è che sono spesso associate ai veicoli ‘stagionali’ usati soprattutto, anche se non esclusivamente, per scopo ricreazionale, come le moto e i camper.

Per saper quale delle due formule è la più conveniente per le tue esigenze professionali o personali, ti consigliamo di effettuare un preventivo assicurazione moto online.

Assicurazione moto sospendibile, conviene davvero?

Sospendere la polizza moto rende l’assicurazione economica e conveniente? Non sempre: dipende dal tipo di uso che fai del mezzo.

Se possiedi una moto da turismo che metti in strada soltanto per 3 mesi l’anno e ti sposti abitualmente con altri veicoli, allora tale formula può risultare appetibile, dal momento che non paghi il periodo di pausa del contratto, il quale viene prolungato per un periodo pari ai giorni non usufruiti. Se invece lo scooter o la moto sono mezzi che fanno parte della routine personale o familiare, per motivi di lavoro o di svago, allora sospendere la copertura non ha molto senso.

In ogni caso, per metterti al riparo da sgradite sorprese, dopo aver fatto una comparazione dei prezzi e dei servizi delle diverse imprese assicuratrici, leggi con attenzione le clausole contrattuali vigenti. L’applicazione della formula, infatti, varia a seconda della compagnia ed è importante, per valutare l’effettiva convenienza, capire quando puoi sospendere la polizza e per quante volte puoi riattivarla in un anno

Assicurazione auto mensile e assicurazione temporanea: differenze

Al termine del periodo di sospensione puoi riattivare l’RC Moto rispettando le scadenze previste: il termine ultimo per la riattivazione è fissato a 12 mesi dall’inizio dell’interruzione.

Prima di rimettere in strada la moto o lo scooter, e di circolare liberamente, è necessario attendere che venga emesso e consegnato il nuovo certificato di assicurazione, documento indispensabile che attesta la regolare copertura del mezzo.

Ogni compagnia ha una propria procedura per riattivare la polizza, che è poi la medesima usata per la sospensione. La maggior parte delle imprese assicuratrici ormai opera via Internet, consentendo agli utenti di sbrigare autonomamente la pratica online, senza inutili attese, semplicemente accedendo alla propria area personale. Altre compagnie invece richiedono una raccomandata A/R da spedire tramite posta ordinaria, o da inviare tramite PEC.

Calcola un preventivo ora

Con Telepass Assicura puoi calcolare un preventivo gratuito e conoscere immediatamente il premio della polizza su misura per te. Ti basta inserire la targa.

Cerchi altre guide?

Cosa serve per fare il preventivo assicurazione moto

Assicurazione scooter 50: quello che devi sapere